Golden Goose 2016 Donna

Golden Goose 2016 DonnaNo Comments

You Are Here:Golden Goose 2016 Donna

Appassionati di cinema con la videocamera in mano, topi da VHS con la tessera in videoteca, amanti della tecnologia in cerca di qualcuno con cui sperimentare le prime desolanti, desolate chat. E ancora grunge con i camicioni e ribelli col piercing al naso, fan di SuperMario e di Kurt Cobain, più stropicciati dei cugini nerd anni Ottanta ma con due qualità in comune con i paria teen di ogni epoca: la sfortuna con le ragazze e la fede cieca nell’amicizia, scialuppa di salvataggio nell’oceano, tutto da esplorare, della vita adulta. Everything Sucks!, “tutto fa schifo”, quando si è adolescenti.

Anni Cinquanta. L’alba dell’iconica Scuderia Ferrari nel Campionato del Mondo di Formula Uno e la fatale decade nella storia delle corse automobilistiche. Mentre le auto rappresentavano i limiti dell’ingegno umano, i piloti vivevano al limite tra la vita e la morte.

Il primo avvistamento è del 1871, a opera della golettaBrindle, in viaggio da Boston a Sidney. A causadel cattivo tempo, il capitano aveva deciso, di non aggirareD’Urville Island, ma di affrontare il French Pass(Te Aumiti), una pericolosa scorciatoiatra il Cook Strait e la Tasman Bay. Mentre laBrindle si avvicinava al Pass (18), i marinai videro ilgrampo saltare fuor d’acqua precedendo la nave quasia indicare una rotta sicura, che le consentì di superareil difficile canale..

In effetti passare qualche giorno durante le feste di fine anno in una località amata dalle star internazionali piacevolmente vicina a molte delle le città del Nord Italia (un’ora e mezza circa da Milano, poco più di un paio d’ore da Torino, poco più di un’ora da Bergamo, etc) è una scelta originale, alternativa alle solite vacanze sulla neve. In console c’è Dj Jahn, resident del Lido, un professionista capace di passare attraverso tutte le diverse sfumature del groove senza soluzione di continuità. Chi vuol passare non solo la notte tra il 31/12/17 e l’1/1/18 ma anche qualche giorno di vacanza sul Lago di Como, trova un bel po’ di offerte, sia all’Hotel Silvio Bellagio sia in begli appartamenti in zona proposti dallo staff.

E quegli stessi bimbetti che nelle prime pagine parevano destinati a bruciare ogni tappa quasi fossero depositari di un misterioso genio superomistico, salto dopo salto nell’intreccio sembrano in realtà sempre più bloccati in una fase puerile e primaria del loro sviluppo, la stessa in cui li costringe una madre terribilmente asfissiante, con la sola significativa costante di sinistre predisposizioni e curiosità verso il rigoglioso universo che esplode attorno a loro. La strada che conduce a un’indicibile rovina è segnata, con i muri e il terreno nel giardino della grande casa sostituiti per volere di Clementina da perimetri e tappeti fatti di “invisibile assenza”. E’ il paradosso dell’ossessione iperprotettiva e anestetica della donna, nel suo idealismo liberticida: “Bisogna costruire loro un mondo perfetto, un mondo pulito, gradevole, inoffensivo, come l’interno di un uovo bianco posato su un cuscino di piume”..

About the author:

Lascia un commento

Top